Docenti vincitori del premio – VI edizione

by brighella012
356 views

Gli insegnanti premiati

Gli insegnanti premiati alla sesta edizione del concorso nazionale «Cesare Cancellieri», aperto a docenti e alunni di tutte le scuole:

Coltivare il piacere di fare matematica

Insegnanti: Silvana Rini, Daniella Locatelli
Categoria: Didattica della Matematica
Scuola: Scuola primaria «Ghisleni», I.C. «Donadoni» di Bergamo

Motivazione:
Partendo da una proposta dell’Orto Botanico «Lorenzo Rota» e del centro «Matematita» di Milano le docenti hanno saputo cogliere l’opportunità di riprendere e approfondire alcuni contenuti anche dal punto di vista matematico.
Le varie attività realizzate hanno come filo conduttore le sequenze matematiche e si connotano come uno stimolo significativo e coinvolgente per gli alunni soprattutto in virtù della metodologia utilizzata vale a dire l’approccio di tipo laboratoriale.
La scansione chiara e puntuale dei tempi e dei modi di svolgimento dell’azione didattica nonché l’individuazione delle difficoltà incontrate rendono l’esperienza ben documentata e ripetibile.
La durata temporale del percorso e la qualità dei materiali prodotti fanno percepire le competenze e la mole di lavoro che le docenti hanno messo in campo.

Allegati:
2018 – Coltivare il piacere di fare matematica – relazione
2018 – La spirale di Fibonacci con Geo Gebra – video

Non perdere il filo; la matematica che nasce dalle mani – tra tradizione e innovazione

Insegnanti: Roberta Fantini
Categoria: Didattica della Matematica
Scuola: Scuola Secondaria di Primo Grado di Casalgrande (RE)

Motivazione:
L’attività proposta è ben articolata e documentata.
Sono evidenti il lavoro svolto con i ragazzi, la preoccupazione e la cura del docente nel costruire concetti matematici fondamentali al fine di dotare gli studenti di competenze importanti per la fascia di età cui si fa riferimento.
L’uso delle tecnologie (qrcode reader, byod, web-app e software di geometria) non è secondario e si dimostra un elemento caratterizzante del percorso.
Le schede di lavoro e il materiale prodotto sono chiari e usufruibili, rendono perciò ripetibile l’esperienza.
Del percorso presentato sono indicati chiaramente le finalità, gli obiettivi, le strategie, gli strumenti, i riferimenti pedagogici e così pure la fase valutativa.
Le possibili espansioni suggerite danno al lavoro un respiro che abbraccia tutti e tre gli anni della scuola secondaria di primo grado raggiungendo addirittura il biennio della secondaria di secondo grado.

Allegati:
2018 – Non perdere il filo – relazione

Research In Action

Insegnanti: Gualtiero Grassucci
Categoria: Didattica della matematica
Scuola: Liceo scientifico «G.B. Grassi» di Latina
Motivazione:
Il lavoro presenta un percorso didattico di ricerca molto ampio, ben articolato e decisamente originale, effettuato in tandem con il CNR e presentato anche a varie manifestazioni e in un apposito blog. Le attività svolte sono state anche inserite in un progetto di alternanza scuola-lavoro.
Il processo didattico è ben visibile, ben illustrato e ben motivato, supportato da un blog che presenta una enorme varietà di materiali di ottima qualità, con l’uso di molti applicativi.
L’esperienza non è facilmente ripetibile, per la sua complessità e per l’elevato livello delle partnership scelte.
Dell’intero percorso, svolto in classi del triennio del Liceo Scientifico, sono chiaramente presentate le finalità, i metodi, gli strumenti, le conclusioni e la valutazione del processo didattico.
Buoni i riferimenti bibliografici.

Allegati:
2018 – Research in action – relazione

Gli insegnanti segnalati

La commissione ha inoltre deciso di segnalare alcuni insegnanti che hanno presentato lavori meritevoli di menzione.

Misuriamo π

Insegnanti: Domenico Liguori
Categoria: Didattica della matematica
Scuola: Liceo Scientifico di Cariati

Motivazione:
Il progetto è ben articolato, sono infatti presenti ed esposti in modo chiaro obiettivi, prerequisiti, metodi, strumenti, conclusioni.
Il percorso esce da quello che un docente fa di solito e propone un approccio laboratoriale interessante e non tradizionale, con mezzi fisici.
Il processo didattico è ben visibile e interessante.
L’esperienza svolta è facilmente ripetibile dal momento che non sono necessari materiali sofisticati. Inoltre, l’uso delle applet indicate hanno permesso una buona integrazione.

Allegati:
2018 – Misuriamo π – relazione

Progetto STAVA: Un itinerario tra i ricordi

Insegnanti: Cinzia Tavoletta, Beatrice Boldrini
Categoria: Valenza formativa dell’informatica
Scuola: Scuola secondaria di Primo Grado di Predazzo-Tesero Panchià

Motivazione:
Lo scopo del progetto è gestire con gli studenti il “ricordo” relativo a fatti che connotano un territorio e di avvicinarli all’argomento in modo diverso per cercare di coinvolgerli emotivamente, attraverso linguaggi nuovi e più vicini al loro sentire.
La tecnologia non è usata per la matematica ma per creare un percorso museale digitale agganciato alla mappa di Stava (su Google Maps). La trasversalità e l’attualità delle competenze messe in gioco rendono questa attività particolarmente interessante. Si è realizzato un lavoro importante anche per la comunità e per la storia locale.

Allegati:
2018 – Un itinerario tra i ricordi – relazione
2018 – Un itinerario tra i ricordi – audio tour su Izi.Travel

Ragionare con le mani

Insegnanti: Barbara Pozzi
Categoria: Didattica della matematica – Giochi matematici, logici e linguistici
Scuola: I.I.S.S. «Fabio Besta» di Milano
Motivazione:
Il lavoro propone un percorso originale, in forma di gioco, che utilizza quesiti matematici, presi anche dalle prove INVALSI, insieme ad attività manuali.
Il processo didattico è ben visibile e le spiegazioni sono adeguate ad un tipo di attività di laboratorio pomeridiano destinato ad alunni delle classi prime di un Istituto Tecnico Economico, attività che privilegia la metodologia del problem solving e del lavoro di gruppo.
L’esperienza risulta facilmente ripetibile, anche per l’uso di materiali semplici.
Del percorso presentato sono indicati chiaramente gli obiettivi, i metodi, gli strumenti e i riferimenti bibliografici.

Allegati:
2018 – Super Cluedo matematico – relazione
2018 – Super Cluedo matematico – quesiti Invalsi
2018 – Super Cluedo matematico – schede personaggi
2018 – Caccia al tesoro matematico – relazione
2018 – I solidi platonici – relazione
2018 – Scommettiamo – relazione

Su con il cappello

Insegnanti: Diana Cipressi
Categoria: Didattica della matematica
Scuola: Scuola secondaria di Primo Grado «G. Mezzanotte» di Chieti

Motivazione:
Il percorso laboratoriale sviluppa la cura didattica nel “fare matematica” promuovendo una geometria ricca di esperienze relative al cono con modelli ricavati dal contesto quotidiano, come il cappello.
La progettazione e la costruzione di un cappello hanno messo gli alunni in condizioni di fronteggiare un compito di realtà, di confrontare errori o procedure tra gruppi, di stabilire un legame tra cono e sviluppo piano, tra misura e numeri decimali, tra errori e incertezze.
Il lavoro dimostra un connubio tra geometria piana, geometria solida e aritmetica e valorizza una pluralità di punti di vista comuni ad un più ampio concetto dell’unità del sapere.

Allegati:
2018 – Su con il cappello – relazione

Articoli correlati