Edizione 2016:

I lavori premiati

venerdì 7 aprile 2017

La geometria attraverso i sensi

Categoria: Didattica della Matematica
Insegnanti: Raffaella Serenari
Scuola: Scuola per l'infanzia «Grazia Deledda» di Bologna

Motivazione:
Progetto di educazione logico-matematica per la scuola dell'infanzia.
Attività di manipolazione e uso di materiali sempre diversi per stimolare nei bambini curiosità, interesse, sorpresa e soddisfazione e favorire la loro autonomia.
A partire dalla realtà che li circonda, composta da linee, forme e figure geometriche differenti per misure, colori ecc, le attività si snodano in modo chiaro e coinvolgente per mettere i bambini a contatto con il mondo e renderli partecipi in modo giocoso.

Girotondo di stelle

Categoria: Didattica della Matematica
Insegnanti: Diana Cipressi
Scuola: Scuola secondaria di I grado «Giuseppe Mezzanotte» di Chieti

Motivazione:
Laboratorio didattico, strutturato in quattro sessioni di lavoro, che costruisce un apprendimento significativo attraverso la combinazione di una didattica per problemi con il cooperative learning sul tema della divisibilità.
L'impianto del laboratorio prevede un continuo confronto tra i gruppi degli allievi che affrontano assieme un problema, scelgono un percorso risolutivo e valutano poi collettivamente in classe i risultati raggiunti.

Un primo approccio all'informatica e ad un linguaggio di programmazione

Categoria: Valenza formativa dell'informatica
Insegnanti: Luigi Togliani
Scuola: Scuola secondaria di I grado «Belfiore», classe IE di Mantova

Motivazione:
Relazione incisiva sull'esperienza condotta per avvicinare gli allievi al mondo dell'informatica in un modo più accattivante di quello tradizionale, a partire da competenze matematiche e fisiche precedentemente acquisite, con la finalità di sollecitare creatività e fantasia negli studenti.

Lavori segnalati

Interpretazione geometrica della scomposizione in fattori primi per eseguirla con attività laboratoriale

Categoria: Didattica della matematica
Insegnanti: T. Aebischer
Scuola: Istituto Comprensivo «Orsa Maggiore», classe IB di Roma

Motivazione:
Interessante attività laboratoriale che coniuga in modo non tradizionale la scomposizione matematica in fattori primi con enti geometrici. L'attività è molto ben documentata.

Dalla matita al coding con Kandinskij

Categoria: Didattica della matematica
Insegnanti: Elisa Banzola
Scuola: Istituto Comprensivo «Don Stefano Casadio» di Cotignola (RA)

Motivazione:
Programmando i movimenti di sfere, linee, punti i ragazzi hanno iniziato a conoscere il software di coding Scratch.
Arte, geometria e musica si intersecano per entrare nei quadri di Kandinsky e animarli con creatività ed entusiasmo.

Every1Incoding!

Categoria: Valenza formativa dell'informatica
Insegnanti: Simona Polini
Scuola: Istituto Comprensivo «Sigismondo Nardi» di Porto San Giorgio (FM)

Motivazione:
Gli allievi hanno svolto varie attività motorie, manipolatorie e grafiche di preparazione al coding.
L'obiettivo è stato quello di sviluppare competenze di progettazione di semplici algoritmi, di orientamento nello spazio e di esecuzione e riproduzione di comandi verbali, scritti e grafici.
Attività divertente, coinvolgente e molto ben articolata.

Nel paese di Bee Bot

Categoria: Valenza formativa dell'informatica
Insegnanti: Cristina Trombin
Scuola: Istituto Comprensivo «Il Milione» di Suzzara (MN) / Plesso Fochessati, Motteggiana

Motivazione:
Attività di preparazione al coding con l'utilizzo di strumenti e giochi manuali.
L'esperienza-gioco effettuata prima su un piano quadrettato è stata poi motivo per la costruzione di un linguaggio codificato che il robot Bee Bot ha eseguito secondo le indicazioni degli allievi. Questo ha dimostrato ai bambini la necessità di dotarsi di un sistema di riferimento spaziale condiviso.
L'interazione tra il gioco e l'hardware specifico (Bee Bot) ha stimolato le competenze logiche degli allievi.

La macchina di Galton 2.0

Categoria: Valenza formativa dell'informatica
Insegnanti: Laura Zucchi
Scuola: Liceo Scientifico «Galileo Galilei» di Trieste

Motivazione:
Sotto l'input e la supervisione dell'insegnante gli studenti hanno realizzato un lavoro teorico-pratico originale.
Percorso che attraverso ricerca, riflessione, controllo e valutazione della qualità dei risultati ottenuti permette agli allievi di pervenire alla soluzione e comprendere come funziona il processo della risoluzione dei problemi.




copyright © Premio Cesare Cancellieri 2017 DesignMe.it - webdesign & creative solutions